Passeggini – Guida alla scelta

Il passaggio dalla carrozzina al passeggino avviene quando il bambino ha sviluppato l’abilità a stare seduto da solo, cioè intorno ai 4/5 mesi

Il bambino va abituato con gradualità, quindi “svezzatelo” facendolo passare dalla carrozzina al passeggino con passeggiate sempre più lunghe. 

Lo schienale reclinabile del passeggino ha il compito di mantenere la schiena dritta perché il bebé non assuma una postura scorretta a danno della colonna vertebrale. Per questo motivo lo schienale deve essere anatomico e in materiale rigido. 

In un primo momento il seggiolino deve essere rivolto verso la mamma; in seguito lo si gira orizzontalmente di 180° (fronte strada) perché il bambino possa osservare tutto ciò che lo circonda. 

Come abbiamo detto nella guida all’acquisto delle carrozzine, esistono set combinati (carrozzina e passeggino montati su un unico telaio, oltre al seggiolino per auto), la possibilità di acquistare il telaio e la carrozzina per i primi mesi di vita del bimbo e di comprare l’unità passeggino da fissare al telaio predisposto oppure potete munirvi di passeggino integrato nel telaio solo quando è il momento. 

Per il bambino il passeggino rappresenta un oggetto assai familiare e così diventa uno dei luoghi preferiti in cui giocare, fare merenda, nascondere le cose e riporre i giochi, oltre a una base d’appoggio a cui vorrebbe attaccarsi per compiere i primi passi. 

Il passeggino accompagnerà il vostro bimbo almeno fino a 3 anni di età, quindi riponete molta cura nel suo acquisto. 

TELAIO 

I criteri per l’acquisto del passeggino più adatto sono: 

  • regolabilità delle pedane per i piedini in altezza e inclinazione; 
  • solidità del tavolino anteriore; 
  • resistenza della struttura del telaio, che deve essere a norma, smontabile per effettuare la manutenzione, ed eventualmente colorata con vernici atossiche; 
  • leggerezza (i telai meno pesanti sono in alluminio); 
  • manovrabilità
  • semplicità di apertura e chiusura
  • trasportabilità (maniglia centrale e/o laterale) e ingombro minimo quando chiuso; 
  • sicurezza del sistema frenante

I freni devono assicurare la stabilità del passeggino anche quando il bambino tende a sporgersi in avanti o di lato e a dondolarsi. Alcuni passeggini sono dotati di sistema frenante inseribile su tutte e quattro (o tre) le ruote. Inoltre un sistema di bloccaggio efficiente impedisce la chiusura improvvisa e accidentale. Optate per il sistema automatico di sicurezza perché il bimbo non corra rischi se tenta di arrampicarsi; il sistema semiautomatico è sconsigliato per eludere il pericolo di instabilità. 

Il numero di ruote può essere di quattro o di tre. L’importante è che siano piccole, robuste e piroettanti a 360° (almeno le due ruote anteriori) per consentire movimenti rapidi. 

Attenzione perché le ruote con camera d’aria, che attutiscono gli urti, prevedono il trasporto della pompa per gonfiarle. 

Gli ammortizzatori devono essere ben molleggiati per non fare subire al bebé i contraccolpi delle superfici di terreno irregolari. 

Potreste trovare molto comodo il tasto telecomando per l’apertura e la chiusura del passeggino, posto su uno dei manici (esigete una buona ergonomia per favorire la trasportabilità). Accertatevi che questo sia regolabile in altezza per adattarlo alla vostra statura, a quella del papà e degli accompagnatori. 

Come nel caso delle carrozzine, i sistemi di chiusura più diffusi sono: 

  • a ombrello
  • a libro

Non ci sono parametri che stabiliscano quale sistema sia più comodo, quindi scegliete in base alle vostre preferenze. 

POLTRONCINA 

Altrettanto basilari sono alcune caratteristiche della poltroncina come: 

  • conformazione dello schienale
  • profondità e larghezza della seduta
  • numero delle posizioni inclinabili (pendenza dello schienale ed eventualmente la basculazione); 
  • semplicità nel sistemare il piccolo e facilità di apertura e chiusura delle cinture di ritenuta (altrimenti dette cinghie); 
  • capottina (o pagodina) parasole e parapioggia salda e facilmente apribile per proteggere il bambino dal sole e dalla pioggia; eventualmente con coprigambe incluso; 
  • assenza di spigolosità e parti sporgenti; 
  • resistenza e qualità dei materiali, che devono essere a norma (imbottitura interna, cinghie), removibili per essere lavati in lavatrice o smontabili per effettuare la manutenzione, oltre che totalmente atossici; mentre la calotta esterna deve essere lavabile con una spugna umida e antigraffio

In tanti colori e fantasie, dal design elegante o sportivo, non avrete che l’imbarazzo della scelta! 

PASSEGGIARE IN CITTÀ, CAMPAGNA, MARE, MONTAGNA

Tutti i passeggini sono omologati fino a 15 chili di peso. Se il passeggino è consistente, potete tranquillamente riporlo perché un domani la sorellina o il fratellino del vostro bimbo potrebbero averne bisogno. 

I vari modelli si differenziano anche per il tipo e le circostanze di utilizzo. 

Per la città vi consigliamo un passeggino leggero, agile, compatto e poco ingombrante se chiuso. 

Se vivete (o vi recate con frequenza) in campagna, al mare o in montagna, allora un modello più pesante e con ruote più grandi fa al caso vostro per affrontare i terreni non asfaltati, sconnessi e sabbiosi. 

Il cestello portaoggetti vi permette di riporre e trasportare tutto l’occorrente per le ore trascorse fuori casa. 

Se la poltroncina del passeggino funge anche da seggiolino auto, controllate che sia omologato

Se avete una seconda casa o lasciate spesso il bimbo dai nonni, acquistate un ultraleggero economico che funzioni da secondo passeggino.  

PASSEGGINI GEMELLARI 

Avete due gemelli? No problem! I passeggini possono essere uniti con specifici ganci oppure potete decidere di munirvi di un passeggino gemellare con poltroncine affiancate o in fila (passeggino tandem), utile anche se avete due bambini di circa un anno di differenza. 

Non dimenticate di prendere le misure della porta d’ingresso e delle porte delle stanze di casa, dell’ascensore e del bagagliaio dell’auto e comparatele con quelle del passeggino gemellare, che deve agevolmente passare dappertutto.